Tel.: +39 035 661577 | E-mail: gis@gisimp.it
  • Home
  • News
  • Impianto di videosorveglianza Chiesa Sant’Andrea di Bergamo grazie al supporto di GIS

Impianto di videosorveglianza Chiesa Sant’Andrea di Bergamo grazie al supporto di GIS

Riapre la chiesa di Sant’Andrea dopo gli atti vandalici dei mesi scorsi

La chiesa di Sant’Andrea a Bergamo apre nuovamente ai suoi fedeli dopo la chiusura delle scorse settimane. Una chiusura dovuta ai ripetuti atti vandalici e ai furti a cui la parrocchia guidata da don Giovanni Gusmini (vicario parrocchiale e responsabile della pastorale universitaria per l’ateneo della città) era stata costretta senza poter opporre resistenza.

Lo stesso sacerdote, appena un mese fa, aveva pubblicato sui social le immagini dei danni provocati dalle violente intrusioni all’interno della chiesa, dicendosi al tempo stesso obbligato a tenere chiusa la comunità religiosa per poter installare un sistema di telecamere di sicurezza efficace e sicuro. La notizia aveva immediatamente mobilitato l’intera città di Bergamo, con manifestazioni di solidarietà e aiuti concreti a don Giovanni.

Pochi giorni fa, il parroco, con un nuovo post sulla sua pagina Facebook, ha annunciato l’attesa notizia della riapertura, evidenziando come, grazie al supporto di due persone e a quello di GIS Gestione Impianti Speciali di Pedrengo, la chiesa di Sant’Andrea da oggi in poi potrà avvalersi di un sofisticato impianto di sicurezza con telecamere a circuito chiuso. Con i sistemi TVCC utilizzati da GIS, sarà più semplice controllare tutte le aree della chiesa allo scopo di tutelare l’integrità delle persone e degli ambienti.

“Le due persone che ho citato su Facebook – ha rivelato il sacerdote – ci hanno donato l’impianto e non hanno neppure voluto che sapessi il costo. Sono felice, grato e anche stupito da tanta generosità. E molti altri stanno continuando a donare, quindi credo che a breve potremo riaprire anche l’altra chiesa della parrocchia, San Michele al Pozzo Bianco, dotandola a sua volta di telecamere.

“La Provvidenza ha provveduto” – ha scritto con ritrovato entusiasmo sempre don Giovanni Gusmini -, il cui sogno di tenere aperta Sant’Andrea anche a tarda sera, adesso potrà diventare realtà.